Questo sito utilizza cookie per agevolare la navigazione. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

IN PUNTA DI CODA

zooProsegue la pubblicazione su ECOGRAFFI.IT


L’origine dello zoo è antica. Re e uomini facoltosi li ostentavano come simboli di prestigio e di potenza. Esibire animali feroci o esotici in gabbia, e quindi sottomessi, rappresentava, fin dai tempi degli Egizi, una manifestazione di supremazia sulla natura e un segno di ricchezza. Come altre forme di violenza, nei corso dei secoli, la cattività ha vissuto un incremento notevole, a causa dello sviluppo delle nuove tecniche di cattura e di trasporto. Poco, invece, è cambiato nella sostanza e negli intenti. Gli zoo solo luoghi in cui gli animali sono detenuti ed esibiti a scopi commerciali: oggi come allora.

logo ecograffi

Di Gilberto Germani - Presidente ENPA Saronno

Il nostro pianeta ha circa quattro miliardi e 650 milioni di anni. Per capire meglio quanto cercherò di spiegarvi, provate a racchiudere questo periodo in un solo ipotetico anno, dal 1° gennaio al 31 dicembre.

I dati in nostro possesso dimostrano che dal 1° gennaio fino al mese di agosto gli unici esseri viventi erano primitive forme unicellulari, simili ai batteri. Solamente dopo la metà di agosto appaiono cellule più complesse, dotate di nucleo. La vita, nata nell’acqua, comincia ad uscirne soltanto alla fine di novembre. I dinosauri compaiono a metà dicembre. L’era dei mammiferi appare nell’ultima settimana. L’Homo sapiens sapiens negli ultimi minuti. La scrittura negli ultimi secondi. Quindi, nella scala evolutiva della Terra la vita compare nell’ultimo mezzo miliardo di anni. I circa 4 miliardi precedenti racchiudono semplicemente l’evoluzione dei batteri (microorganismi unicellulari) e dei protozoi (organismi unicellulari il cui nome significa “primo animale”).

Carissime lettrici, cari lettori,

dopo aver trattato su questa rubrica “in punta di coda” tutti quegli argomenti inerenti gli animali domestici per eccellenza, cane e gatto, e tutti gli altri animali da affezione, o presunti tali, vogliamo affrontare le scottanti tematiche che, per esplicita volontà dell’uomo, coinvolgono gli animali.

Avevamo scritto nell’aprile dello scorso anno, quando iniziammo questa rubrica, che l’Ente Nazionale Protezione Animali – E.N.P.A. – non si occupa solo di animali domestici ma di tutti gli animali e che non esistono animali di serie A o di serie B.

La nuova serie di articoli affronterà quindi gli spinosi problemi quali: zoo, circo, corrida e feste patronali, combattimento tra cani, caccia, pellicce, allevamenti intensivi, trasporto animali, macelli, abbandono e randagismo, vivisezione.

Il tutto sarà preceduto da un “cappello” esplicativo che chiameremo “Addomesticamento ed evoluzione rapporto uomo-animale”.

Gli articoli usciranno la prima e la terza domenica di ogni mesi a partire dal 5 febbraio prossimo su

http://www.ecograffi.it


Siamo a disposizione per ogni possibile chiarimento.

Grazie per l’attenzione e buona lettura a tutti.

Gilberto Germani – Presidente Sezione E.N.P.A. di Saronno

Ogni settimana, fino alla fine dell'anno, su ECO GRAFFI saranno pubblicati degli interessantissimi articoli sulle adozioni di animali d'affezione non tradizionali, come criceti, rettili, pesci ecc.
Seguite questo link: http://www.ecograffi.it oppure cliccate sul richiamo a destra nella nostra Home page.


Nuovo articolo del nostro Presidente pubblicato sul sito di attualità www.ecograffi.it:

titolo
titolo
comunicato
Continua la pubblicazione quindicinale di articoli su ecograffi.it.
Questa volta l'argomento è " Se hai adottato un cane"
Questo è il link all'articolo: http://www.ecograffi.it/?p=79280

Fai una donazione sicura in due click!

Inserisci sotto il tuo importo :)

5x1000