www.enpasaronno.it
E.N.P.A. Onlus - Sezione di Saronno (VA)
Facebook  Google Plus
ozio_gallery_jgallery
Ozio Gallery made with ❤ by joomla.it

E' possibile effettuare una donazione sicura con due click!

Immettere l'importo

COMUNICARE CON ENPA

SE DOVETE  COMUNICARE  CON  I VOLONTARI DELLA SEZIONE
E' PREFERIBILE USARE LA MAIL  info@enpasaronno.it  OPPURE
LA PAGINA FACEBOOK ANZICHE' LA SEGRETERIA TELEFONICA.
Caro socio, amico e simpatizzante dell’Enpa

Eccomi a relazionarvi sulla nostra attività di questi due mesi ricchi di avvenimenti importanti che ci hanno permesso di far conoscere ulteriormente la nostra attività in favore dei nostri amici animali.

EVENTI

Due sono stati gli eventi organizzati dalla nostra Socia Maria Stella Temporiti, Professoressa presso il Liceo Scientifico “G.B.Grasso” di Saronno.

Il primo sul tema “I diritti degli animali”” è stato tenuto dal nostro Presidente Gilberto Germani, alla presenza di 110 ragazzi delle classi seconda e terza, il quale, dopo aver spiegato che l’E.N.P.A. si interessa di tutti gli animali e che non esistono quelli di serie A e di serie B ha trattato, supportato da filmati, argomenti scottanti quali le sofferenze, gli abusi, le sevizie che gli animali subiscono negli zoo, acquari, circhi, corride, combattimenti tra cani, caccia, pellicce, allevamenti intensivi, trasporto animali, abbandono e randagismo. L’interesse è stato massimo e, in alcuni momenti, anche commovente e di rifiuto da parte di alcuni studenti di accettare quanto veniva proiettato.

Scopo della conferenza è stato quello di far conoscere gli aspetti cruenti e violenti che l’uomo perpetra ai danni degli animali trattandoli come essere non senzienti e mascherandone la verità.

Il secondo sul delicatissimo e scottante problema della vivisezione. Presenti alla conferenza 180 ragazzi del triennio de Liceo Scientifico.

Relatori della conferenza il nostro Presidente Gilberto Germani il quale, dopo una breve esposizione dell’operato del nostro Ente a livello nazionale e quanto fa la nostra Sezione di Saronno, ha presentato l’ospite d’onore per eccellenza: il Dottor Stefano Cagno.

Il Dottor Stefano Cagno, laureato in Medicina e Chirurgia, lavora come Dirigente Medico presso il Centro Psico-Sociale della provincia di Milano ed è responsabile di un Centro Diurno sempre nella stessa provincia. Si occupa di tematiche animaliste dal 1982 e ha al sua attivo oltre 400 pubblicazioni riguardanti la vivisezione, i diritti degli animali, l’ingegneria genetica e la bioetica.

La relazione del Dottor Cagno è stata puramente scientifica intesa a dimostrare quanto la sperimentazione animale non sia assolutamente affidabile date le differenze che esistono fra l’uomo e l’animale.

Sono stati presentati numerosissimi esempi di incompatibilità fra sostanze dannose per l’uomo e non per l’animale e viceversa; dimostrazioni di quanto la legge stessa obblighi, dopo aver sperimentato sugli animali, di sperimentare le stesse sostanze sull’uomo con il risultato di togliere dal mercato il 96% dei prodotti testati in quanto non affidabili o dannosi.

Ne è seguito un vivace dibattito che ha dimostrato quanto l’argomento sia stato seguito con interesse e massima attenzione da parte dei ragazzi.

SEGNALAZIONI TELEFONICHE

In Sede sono pervenute 118 telefonate per richieste di informazioni, segnalazioni di animali persi o trovati, maltrattamenti o presunti tali. Abbiamo cercato di essere d’aiuto e di indirizzare le richieste agli organi competenti.

SEZIONE COLONIE FELINE

Effettuate 5 sterilizzazioni di gatti di colonia, affidati 7 ed entrati 3.

Attualmente in sede sono ospitati 6 gatti in attesa di sistemazione


SEZIONE CANI

Affidati due cani:

Noè il setter irlandese cedutoci da un cacciatore e Sally, la Yorkshire cedutaci per allergia dei bambini.

Attualmente in canile abbiamo due cani Bucks molosso di circa due anni e Toby meticcio di piccola taglia che viveva perennemente alla catena.

La News entry è Jack, simil pincher, attualmente ancora a casa ma in attesa di una nuova sistemazione.

Sono stati effettuati anche alcuni controlli su segnalazioni di presunti maltrattamenti.

ALTRI INTERVENTI

Sono state salvate e collocate nelle apposite strutture una tartaruga d’acqua, una colomba e un piccione

BANCHI INFORMATIVI

Sono ripresi i banchi informativi e in questi due mesi ne sono stati effettuati cinque:

uno in occasione della Festa del Papà,

due dedicati alla campagna “salviamo gli agnelli”

due per le ricorrenze pasquali.


UNITRE SARONNO

Si è concluso con successo il ciclo di conferenze sui diritti degli animali tenute dal nostro Presidente presso l’Università delle Tre Età a Saronno con la richiesta di replicare l’anno prossimo ampliandone in programma.

E’ già stata presentata la proposta di un nuovo ciclo indirizzando l’argomento sul “rapporto biodiversità-uomo-animale”.

VARIE

Ricordiamo che continuano le pubblicazioni con cadenza bi mensile (la prima e la terza domenica del mese) di articoli sulle problematiche animalistiche sul giornale on line Ecograffi.it “in punta di coda”.

TESSERAMENTO

Ricordiamo infine il rinnovo della tessera di appartenenza come Socio al nostro Ente, unico introito certo che ci permette di affrontare le quotidiane spese necessarie per soccorrere, curare e sfamare i nostri amici pelosi e non.

Il rinnovo può essere effettuato:

  • Direttamente in Sede il venerdì sera dalle ore 21.00 alle ore 23.00

  • Tramite Bonifico Bancario si BCC BARLASSINA FIL, COGLIATE

IBAN: IT 25 E 08374 32960 000005504508




Quote – Socio Giovanile (fino 17 anni) € 3.00

Socio Ordinario € 25.00

Socio Sostenitore € 50.00

Grazie a tutti per l’attenzione




Gilberto Germani

Presidente


Continua la pubblicazione sul sito ECOGRAFFI degli articoli del nostro presidente Gilberto Germani. Questa volta si parla di sagre, palii e feste paesane.

Ancora oggi migliaia di animali, in tutto il mondo, sono utilizzati in sagre, pali e feste popolari, forzati a compiere azioni per loro innaturali, costretti a competizioni estenuanti o esibiti per essere venduti.

La tradizione è la motivazione principale che viene adottata per giustificare questi spettacoli, fonte di notevole stress e sofferenza per gli animali, ma in realtà dietro queste usanze vi sono anche forti interessi di natura economica. Tramandarne la memoria non deve significare perpetrarle immutate nel tempo, i contenuti culturali di queste “tradizioni” andrebbero analizzati, conservandone alcuni ma sostituendo quelli inerenti l’impiego di animali.

(…) continua

Gilberto Germani - Presidente ENPA Saronno (pubblicato su ecograffi.it)manifestazione anti corrida

L’assenza totale di fonti prima dell’XI secolo ha permesso le interpretazioni più diverse sulle sue origini: mussulmane, romane, cretesi e addirittura preistoriche. La nascita della corrida avviene nel XVI secolo, a Siviglia, dove alcuni impiegati dei macelli pare si divertissero a inseguire e schivare i tori prima di ucciderli. A poco a poco le loro tecniche si affinarono, tanto che la gente si recava ad assistere allo “spettacolo”. Benché le autorità si opponessero a questa pratica, essa si diffuse anche nelle città dell’Andalusia, di Castiglia e di Navarra, divenendo a poco a poco una professione. I primi toreri pagati sono anziani impiegati dei mattatoi.

(…) continua

circoGILBERTO GERMANI - PRESIDENTE ENPA SARONNO
Il circo nasce nel ‘700 come spettacolo equestre, ma fin dai primi anni del’Ottocento introduce un’incredibile varierà di specie animali. Tutte, indistintamente, cavalli compresi, costretti in un compito umiliante e innaturale: far divertire la specie umana.

La compagnia circense è accampata e il tendone allestito. La gente si accalca, i bambini sono festanti, emozionati, i loro genitori li hanno resi curiosi ed esaltati per ciò che vedranno. Le luci si accendono e la banda musicale suona: inizia lo spettacolo. Scopriamo allora cos’è nascosto dietro tanto splendore…

Gli animali, già provati da lunghi e stressanti viaggi per raggiungere il luogo dell’accampamento, sono ricoverati in gabbie anguste, esposti a climi di ogni genere, spesso contrastanti con il loto habitat naturale. Rinchiusi nelle piccole gabbie, sopravvivono tra scarso cibo e acqua sporca, camminando nei loro escrementi e ripetendo movimenti ondeggianti, alienati dalla prigionia. Sempre gli stessi movimenti, che manifestano l‘ossessione di violenze, addestramenti e reclusioni, ai quali sono soggetti ogni giorno.

(…) continua

foto di acquario

Di Gilberto Germani - Presidente ENPA Saronno - 

Potremmo definire gli acquari come giardini zoologici in cui vengono rinchiusi pesci e mammiferi marini, costretti a vivere in cattività in vasche e piscine piccolissime se proporzionate alla vastità del mare. Animali catturati in natura sia volutamente che accidentalmente durante battute di pesca, o allevati per continuare ad esporli negli acquari, dove una vita di reclusione li porterà ad essere soggetti ad anomalie comportamentali e malattie fisiche.

Così come gli zoo, anche queste strutture dovrebbero perseguire obiettivi educativi e scientifici, motivazioni queste che oltre a essere eticamente non condivisibili in quanto condannano comunque gli animali a privazioni e sofferenze, fungono da paravento per mascherare ben più futili interessi commerciali.

La maggior parte degli animali esposti difatti appartiene a specie comuni ma considerate spettacolari e che garantiscono un ritorno economico ai proprietari dell’acquario. Gli squali incarnano perfettamente questo esempio: da sempre incuriosiscono ed affascinano i visitatori e la loro presenza assicura un aumento dell’afflusso del pubblico.

(…) continua

IN PUNTA DI CODA

zooProsegue la pubblicazione su ECOGRAFFI.IT


L’origine dello zoo è antica. Re e uomini facoltosi li ostentavano come simboli di prestigio e di potenza. Esibire animali feroci o esotici in gabbia, e quindi sottomessi, rappresentava, fin dai tempi degli Egizi, una manifestazione di supremazia sulla natura e un segno di ricchezza. Come altre forme di violenza, nei corso dei secoli, la cattività ha vissuto un incremento notevole, a causa dello sviluppo delle nuove tecniche di cattura e di trasporto. Poco, invece, è cambiato nella sostanza e negli intenti. Gli zoo solo luoghi in cui gli animali sono detenuti ed esibiti a scopi commerciali: oggi come allora.

(…) continua

 testa di cane         

Torna su

Responsive

Sito "responsive" che si adatta completamente alla visualizzazione da dispositivi mobili.

Gruppo ENPA su Facebook

 E' attivo un Gruppo ENPA Saronno su Facebook: notizie, curiosità, iniziative e molto altro consultabile liberamente.

Apertura al pubblico

Tutti i venerdì non festivi, dalle 21 in poi, la sede è aperta al pubblico. Nel menu "Contatti" per sapere dove siamo.